FINGER FOOD O STREET FOOD?

“Finger food” significa letteralmente dito-cibo, cioè cibo da mangiare con le mani; “street food” significa invece cibo da strada ed alcune pietanze sono considerate finger food, proprio perché si mangiano con le mani.

Le differenze tra i due sono molto sottili, anche se nell’immaginario comune sembra che si parli di due tipologie di cibo totalmente diverse. Il finger food viene generalmente preparato per aperitivi, matrimoni, compleanni, ricevimenti e spesso è servito in piccole ciotoline, monouso, che, sistemate tutte insieme in appositi espositori, creano anche un aspetto visivo molto scenografico. Ormai però il finger food non è solo una piccola porzione da mangiare con le mani, in un boccone unico, ma vengono considerati finger food tutte quelle preparazioni appunto servite in piccoli contenitori, bicchierini, ciotole (pressoché di plastica grossa), alcune delle quali si mangiano con l’aiuto di forchette o cucchiai. Diciamo, quindi, che qui si andrebbe a perdere il significato vero e proprio del finger food….

Allo stesso tempo, però, il concetto contemporaneo di finger food si mescola a quello dello street food. Perché? Lo street food, come detto “cibo da strada”, permette di consumare il pasto in maniera informale, veloce e, spesso, con un notevole risparmio economico. Sono ovviamente più sostanziosi dei finger food e spesso necessitano di un appoggio per poter essere consumati. Alcuni commercianti ambulanti mettono a disposizione infatti sedie e tavolini, o tavoli alti da bar con sgabelli. Quindi, anche se la quantità è maggiore, sia street food che finger food necessitano a volte di essere consumati sedendosi o appoggiandosi comodamente attorno ad un tavolino.

Al contrario, a volte, si consuma uno street food con le mani, come se fosse un finger food. Del resto, non c’è una regola precisa che definisce il finger food come una porzione piccola da consumare in un unico boccone… è la società che ha dato il via a considerare il finger food piccolo e lo street food grande, come porzione. Anche il cibo stesso, quindi, può mescolarsi tra finger food e street food: tipico del cibo da strada è l’hamburger o il fritto, che ritroviamo molto spesso anche tra i finger….piccoli hamburger piuttosto che piccoli coni con 3-4 mini fritti, come una mozzarellina, un’oliva ascolana, un quadretto di polenta o di crema fritta. Pensate anche alla pizza: se comprata quella cosiddetta “al taglio” in triangoli o quadrati medio-grandi, viene considerata come “street food”; se la stessa pizza viene tagliata in pezzetti più piccoli, diventa un finger food.

La differenza principale, per concludere, sta nel fatto che comunemente quando si parla di “finger food” si pensa al piccolo antipasto, anche un po’ elegante, servito per aperitivi, cerimonie, eventi speciali, mentre lo “street food” è un cibo più semplice, comprato per lo più dal venditore ambulante, non consumato per aperitivo ma per un pranzo o una cena veloce, tipo un hamburger, una piadina, due tranci di pizza o un cono di fritti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.